I nostri menù seguono principalmente il ritmo delle stagioni: sembrano fermi, in realtà si muovono fra l’inverno, la primavera, l’estate, l’autunno e si muovono ogni mese ogni settimana ogni giorno.

—Fabio Picchi

Cibrèo Ristorante dal 1979

Al ritmo delle stagioni

Ogni giorno lo staff di Cibrèo vi darà il benvenuto, felice di accogliervi e di raccontarvi i nostri menù.
La cucina, come il tempo, la terra e i suoi frutti non è mai ferma, si muove e cambia. Un buon cuoco porta nel suo cuore conoscenze millenarie e viaggia nel futuro, per un futuro migliore.

A primavera, quando le giornate iniziano ad allungarsi, ci troverete a condire il cardo selvatico con limone, olio e unnonniente di pepe nero; d’estate la salsa di pomodoro sarà il nostro mare mentre in autunno faremo a fette i fichi secchi per guarnire le nostre creme e paste frolle. D’inverno non avremo mai paura perché il cavolo, l’aglio e i nostri intingoli saranno un potente antinfluenzale.